venerdì 14 settembre 2012

Proteggere la casa

Le grate di sicurezza


Le vacanze sono passate, e qualcuno al ritorno ha trovato una brutta sorpresa. I furti in appartamento sono aumentati moltissimo, anche per effetto della crisi. Soprattutto chi abita in ville o villette, o chi ha un appartamento al primo o all'ultimo piano nei condominii, può essere l'oggetto di attenzioni indesiderate.
Un deterrente ai furti è quello di adottare, oltre ai consueti sistemi di allarme, la blindatura dell'abitazione con la posa di grate di sicurezza per porte e finestre. Ovviamente, se si risiede in un condominio, bisognerà richiedere agli altri condomini il permesso per i lavori, allegando il relativo disegno della grata nel caso non sia già presente un modello condominiale prefissato. Più il disegno sarà bello e semplice, maggiori saranno le possibilità che venga accettato. Per gli edifici storici e gli edifici ricadenti in zona di vincolo ambientale bisognerà necessariamente presentare una Dia, anche solo per la sostituzione ove già presenti.
A parer mio non c'è nulla di più deprimente di una grata alle finestre: la sensazione di sentirsi in gabbia è quasi scontata.
Ma se proprio non possiamo farne a meno, blindiamoci con stile! Le mie preferenze vanno ai modelli semplici artigianali in ferro battuto, come nella foto qui sotto scattata nella meravigliosa masseria pugliese di amici.



Anche l'alluminio zincato viene utilizzato per cancelli e grate esterne, a volte con risultati piacevoli
I prezzi di una grata in ferro di tipo industriale sono intorno ai 120€ al mq, mentre per quelle artigianali e più raffinate si può arrivare anche ai 350/400 € al mq.
Ricordiamoci comunque che anche queste blindature sono in parte deducibili fiscalmente fino al 30 giugno 2013, e potremo inoltre usufruire dell'IVA agevolata al 10%.

Nessun commento:

Posta un commento